Connect with us

Notizie

Puglia, tampone negativo per entrare in Consiglio regionale il 23 e 24 dicembre

Per entrare in Consiglio regionale in questi giorni occorrerà il tampone negativo e non solo il Green pass

Published

on

tampone negativo regione puglia

L’Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale in Puglia ha disposto l’ingresso con tampone negativo oltre al Green pass nei giorni 23 e 24 dicembre, quando si dovrà discutere e voltare il Bilancio di previsione 2022 e quello pluriennale. Il tampone antigenico dovrà essere effettuato massimo 24 ore prima. La misura è stata necessaria visto l’aumento dei casi di contagio nella regione, e l’incremento del tasso di positività che sale al 2,2%. Nel frattempo, la Regione Puglia programma investimenti per le terapie avanzate, come ha sottolineato il presidente del Consiglio Superiore di Sanità e coordinatore del Comitato Tecnico Scientifico, Franco Locatelli, in un intervento online al tour del Tgcom.

Locatelli spinge per la ricerca delle terapie avanzate

Locatelli ha ribadito che investire in ricerca nel Paese è molto importante, e come lo è stato per i vaccini lo è anche per quelle che vengono definite terapie avanzate, ovvero con cellule geneticamente modificate per curare malattie genetiche e tumori. Il presidente Locatelli ha aggiunto che la Regione Puglia ha tutte le carte in regola per svolgere un ruolo pilota nella sperimentazione di queste terapie. Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, ha ribadito che con la realizzazione del Reparto Grandi Emergenze in Fiera, costantemente aperto, gestire la fase del Covid è sicuramente più facile. Tutta la regione può usarlo e si può quindi limitare la riconversione ospedaliera che ha fatto tanti danni nella cura delle altre malattie.

Ingresso in consiglio regionale dopo tampone negativo

L’incremento dei contagi fra i bimbi nella regione ha messo in allarme e il presidente Michele Emiliano ha scritto al direttore dell’Ufficio scolastico regionale chiedendo di bloccare recite e festeggiamenti e di far rispettare le regole anti Covid nelle scuole. Intanto, in Puglia continua la vaccinazione per i bambini, che ha raggiunto valori al di sopra della media nazionale. La percentuale si attesta infatti intorno al 3,3%, che corrisponde allo 0,8% in più della media italiana. L’aumento dei contagi ha creato incertezze e insicurezze anche in Consiglio regionale, e per le giornate del 23 e del 24 dicembre, quando si dovrà discutere e approvare il bilancio, è stata approvata una misura che prevede un tampone negativo oltre al green pass.

Sicula Doc anche se nata a Berlino, blogger affermata, estremamente curiosa, appassionata sin da ragazzina di scrittura e tecnologia, praticamente il suo pane quotidiano. Equilibrio sopra ogni cosa, senza pregiudizi e non teme i giudizi altrui, in grado di portare a termine importanti affari.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Notizie

Puglia, arriva il fotovoltaico gratis sui tetti

Per il fotovoltaico gratis sui tetti sono a disposizione 6,8 milioni di euro a fondo perduto

Published

on

fotovoltaico innovativo

La Puglia è la prima regione in Italia a dare il via al cosiddetto Reddito energetico, ritenuto una vera e propria svolta nella lotta alla povertà energetica che assilla in modo particolare le famiglie a basso reddito. Il caro bollette è diventato una vera ossessione e per questo l’obiettivo è trasformare con il reddito energetico anche i consumatori passivi in produttori di energia, agevolando il passaggio alle fonti rinnovabili. Tutto questo sarà possibile con il fotovoltaico gratis sui tetti, per realizzare il quale sono a disposizione 6,8 milioni di euro a fondo perduto. Scopo della misura è rendere l’Italia indipendente per il suo fabbisogno energetico.

Con il fotovoltaico gratis sui tetti producono tutti

Riccardo Fraccaro ha reso noto che la Regione Puglia ha pubblicato l’avviso per accedere al Reddito energetico rivolto a nuclei familiari che hanno un Isee inferiore a 20mila euro. Con il fotovoltaico gratis sui tetti, l’energia in più prodotta servirebbe ad alimentare la misura e ad assegnare ad altri beneficiari le risorse. Tuttavia, se adesso l’energia da rinnovabili è meno cara, perché i consumatori non possono acquistare elettricità da tali fonti, azzerando i costi di gas e combustibili fossili? Il contributo che si può ottenere a fondo perduto è di massimo 6.000 euro e riguarda anche l’installazione di impianti fotovoltaici, solari termo-fotovoltaici o microeolici per far funzionare gli impianti in condominio.

Domande a partire dal 25 maggio

Fraccaro ha aggiunto che il Reddito energetico è stato l’elemento importante per favorire l’alleanza tra la coalizione per la Puglia e il M5S. L’energia in più prodotta verrà usata per alimentare la misura e assegnare ad altri beneficiari le risorse. Sarà possibile richiedere il Reddito energetico a partire dal 25 maggio. Coloro che hanno i requisiti richiesti potranno presentare la domanda di installazione degli impianti e ottenere un contributo di 8.500 euro per acquistare e installare sistemi di accumulo.

Continue Reading

Trending