Connect with us

Notizie

Spesa sospesa, plauso da Coldiretti Puglia per il cibo donato ai nuovi poveri

Secondo il bilancio fatto da Coldiretti Puglia, ammonta ad oltre 300mila kg il cibo donato da Spesa sospesa

Published

on

Spesa sospesa

Da un bilancio redatto da Coldiretti Puglia è emerso che grazie all’iniziativa della Spesa sospesa gli agricoltori di Campagna Amica hanno donato oltre 300mila kg di cibo ai cosiddetti nuovi poveri. Questi ultimi sono la categoria di persone che ha iniziato ad avere bisogno a causa della crisi generata dalla pandemia Covid. Nei 300mila chili di cibo ci sono frutta, verdura, pasta, formaggi, salumi, farina, conserve di pomodoro, olio e vino 100% pugliesi, tutti di alta qualità e a chilometro zero. Coldiretti Puglia ha voluto rendere noti questi dati per far capire quanta grande sia la solidarietà nei mercati di Campagna Amica della Puglia.

Con l’iniziativa Spesa sospesa sfamati tantissimi nuovi poveri

Anche con la diffusione della variante Omicron del Covid, Campagna Amica continua a portare avanti l’iniziativa Spesa sospesa, nata apposta per dare un contributo concreto per contrastare la fame. Benedetta Liberace, leader di Coldiretti Giovani Impresa della Puglia, ha detto che questa iniziativa di solidarietà è molto importante e sono tanti i giovani agricoltori che stanno collaborando per garantire sulle tavole di tutte le persone che hanno bisogno cibo di qualità e a Km zero. I consumatori possono fare una donazione libera per poter acquistare prodotti e donarli ai più bisognosi, quindi verdura, frutta, salumi, formaggi e cibo di ogni genere Made in Italy.

Con le donazioni libere vengono acquistati i cibi

L’iniziativa Spesa sospesa prevede di acquistare con le donazioni cibo di qualità e a km zero tra quelli proposti dagli agricoltori di Campagna Amica. Liberace ha aggiunto che con questa iniziativa è stato dato un segno concreto di quanta solidarietà ci sia da parte degli agricoltori verso le persone che stanno soffrendo a causa delle difficoltà economiche scatenate dalla pandemia. I cibi raccolti vengono consegnati ai servizi sociali dei Comuni e agli enti caritativi che la distribuiscono alle persone bisognose. Coldiretti ha concluso che le iniziative di solidarietà della filiera agroalimentare sono state provvidenziali per aiutare coloro che hanno bisogno.

Sicula Doc anche se nata a Berlino, blogger affermata, estremamente curiosa, appassionata sin da ragazzina di scrittura e tecnologia, praticamente il suo pane quotidiano. Equilibrio sopra ogni cosa, senza pregiudizi e non teme i giudizi altrui, in grado di portare a termine importanti affari.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Notizie

Puglia, arriva il fotovoltaico gratis sui tetti

Per il fotovoltaico gratis sui tetti sono a disposizione 6,8 milioni di euro a fondo perduto

Published

on

fotovoltaico innovativo

La Puglia è la prima regione in Italia a dare il via al cosiddetto Reddito energetico, ritenuto una vera e propria svolta nella lotta alla povertà energetica che assilla in modo particolare le famiglie a basso reddito. Il caro bollette è diventato una vera ossessione e per questo l’obiettivo è trasformare con il reddito energetico anche i consumatori passivi in produttori di energia, agevolando il passaggio alle fonti rinnovabili. Tutto questo sarà possibile con il fotovoltaico gratis sui tetti, per realizzare il quale sono a disposizione 6,8 milioni di euro a fondo perduto. Scopo della misura è rendere l’Italia indipendente per il suo fabbisogno energetico.

Con il fotovoltaico gratis sui tetti producono tutti

Riccardo Fraccaro ha reso noto che la Regione Puglia ha pubblicato l’avviso per accedere al Reddito energetico rivolto a nuclei familiari che hanno un Isee inferiore a 20mila euro. Con il fotovoltaico gratis sui tetti, l’energia in più prodotta servirebbe ad alimentare la misura e ad assegnare ad altri beneficiari le risorse. Tuttavia, se adesso l’energia da rinnovabili è meno cara, perché i consumatori non possono acquistare elettricità da tali fonti, azzerando i costi di gas e combustibili fossili? Il contributo che si può ottenere a fondo perduto è di massimo 6.000 euro e riguarda anche l’installazione di impianti fotovoltaici, solari termo-fotovoltaici o microeolici per far funzionare gli impianti in condominio.

Domande a partire dal 25 maggio

Fraccaro ha aggiunto che il Reddito energetico è stato l’elemento importante per favorire l’alleanza tra la coalizione per la Puglia e il M5S. L’energia in più prodotta verrà usata per alimentare la misura e assegnare ad altri beneficiari le risorse. Sarà possibile richiedere il Reddito energetico a partire dal 25 maggio. Coloro che hanno i requisiti richiesti potranno presentare la domanda di installazione degli impianti e ottenere un contributo di 8.500 euro per acquistare e installare sistemi di accumulo.

Continue Reading

Trending