Come pulire la friggitrice ad aria: ecco il trucco consigliato

La friggitrice ad aria “tradisce” una forma di funzione già nel nome in quanto pur facendo ricorso all’aria che viene riscaldata ad alta temperatura per effettuare una cottura, più che friggere effettivamente ha una forma di funzione a mo di forno, infatti non tutti i prodotti culinari da friggere sono datti a questo elettrodomestico così diffuso ed apprezzato da diversi anni, anche secome ogni forma di piccolo strumento da cucina, che oramai è quasi onnipresente, va ovviamente sottoposto ad un po’ di manutenzione. Ricordarsi su quando e come pulire la friggitrice ad aria come intuibile non è solo una questione di praticità ma anche di efficienza dell’elettrodomestico stesso che può essere ridotta se non viene effettuata abbastanza spesso.

Come bisogna pulire la friggitrice ad aria? Esistono naturalmente vari modi, non troppo diversi da quelli che possiamo immaginare.

Ma anche un trucco decisamente conosciuto che può portarci a risparmiare tempo ed anche noia.

Sai come pulire la friggitrice ad aria? Ecco il trucco

Come pulire la friggitrice ad aria

La friggitrice ad aria non è un elettrodomestico “nuovo” ma grazie ad una importante campagna di rinnovamento marketing ha iniziato a diventare estremamente popolare a partire dal nome che di fatto stimola una forma possibile di cottura maggiormente “salubre”. La frittura in se va considerata infatti quasi endemicamente qualcosa di non sano, quindi il successo dell’oggetto in questione di fatto parte proprio dal nome.

Numerosi brand hanno infatti riscoperto questa forma di oggetto che è banalmente un forno in miniatura però in grado di sviluppare attraverso una resistenza un forte calore che senza l’uso di olio (salvo alcune eccezioni) può effettivamente cuocere cibi che però devono essere specificatamente concepiti.

Ma come pulire efficacemente la friggitrice ad aria? Bisogna fare molta attenzione al cestello, che non sempre può essere lavaro in lavastoviglie o con prodotti molto aggressivi, questo può rovinarsi con semplicità. In generale è una buona idea eliminare le impurità e l’olio accumulato nel cestello alla fine di ogni cottura, e se presenta uno sporco particolare, il cestello può essere messo a mollo in acqua calda (non bollente) e sapone.

L’unità di cottura invece non va ovviamente immersa ma pulita con un panno in microfibra non ruvido, appena inumidito.

Anche la resistenza va ogni tanto pulita, bisogna ovviamente aspettare che si freddi, quindi almeno dopo un’ora dall’uso, agendo con delicatezza con un panno pulito e solo leggermente inumidito con una soluzione di acqua e succo di limone o aceto. Se lo sporco è molto persistente nella parte interna possiamo concepire una soluzione corrispondente ad acqua ed una piccola parte di aceto di vino, la friggitrice andrà accesa ad almeno 180 gradi fino alla completa evaporazione e poi asciugata con un panno in microfibra.

Iscriviti a Google News Rimani aggiornato seguendoci su Google News! Seguici
POTREBBE INTERESSARTI