Piantare zucchine a marzo è possibile: ecco il procedimento

Gli ortaggi conferiscono una vera e propria forma di sfida molto interessante per qualsiasi forma di coltivatore alle prime armi ma anche chi è sufficientemente scafato può ottenere un ottimo riscontro in termini di soddisfazione personale ma anche di risultati tangibili, infatti gli ortaggi, se si dispone pazienza, abilità e capacità di cura possono anche portare a raccolti veri e propri di cose che poi andremo a mangiare in tavola. Tra le forme più comuni e diffuse le zucchine senza dubbio identificano una delle tipologie maggiormente comuni in senso assoluto, nonchè uno dei prodotti vegetali maggiormente “benefici” nella loro semplicità. Coltivare e piantare le zucchine solitamente richiede un clima sufficientemente caldo ma è assolutamente possibile farlo anche a marzo, in determinate condizioni.

Piantare le zucchine a marzo non è quindi una forma di sfida vera e propria anzi può risultare qualcosa di molto stimolante se si rispettano le condizioni giuste.

Ma quale è il metodo giusto per ottenere risultati rilevanti in tal senso?

Come piantare le zucchina nel mese di marzo: ecco il metodo

Piantare zucchine a marzo

La zucchina è una forma di ortaggio tra i più antichi e potenzialmente adattivi, non a caso , onnipresente nelle diete di ogni forma di tradizione regionale in Italia e non solo, come parte della dieta mediterranea. La zucchina o zucchini, sono sostanzialmente le forme non ancora mature dei gambi della specie Cucurbita pepo.

Pianta adattiva e versatile che privilegia gli ambienti soleggiati e caldi, riesce ad adattarsi anche a contesti abbastanza avversi ma necessita anche di una dose di cura abbastanza costante che perdura nel tempo in particolare nella gestione dei nutrienti e del concime, non ama un ph troppo acido (il massimo è 7 o 7,5 in termini di valore) e soprattutto dall’inizio della coltivazione il terreno deve essere ben libero e drenato, oltre che “potenziato” da forme di concime organico.

In condizioni normali la zucchina va coltivata e piantata dall’inizio dell’estate ma in condizioni particolarmente buone può essere anticipata anche a marzo, in particolare se si è munti di un semenzario, quindi ad una giusta dose di protezione, scegliendo un singolo seme per ogni vasetto, le migliori condizioni di temperatura sono circa tra i 20 ed i 25  gradi così può iniziare a germogliare in 4-5 giorni.

Già dopo le prime foglie almeno 3-4 e dopo circa 2-3 settimane la pianta potrà essere travasata e ritrapiantata in un vaso più grande e successivamente in un terreno ampio e sufficientemente ricco in termini di nutrienti.

Iscriviti a Google News Rimani aggiornato seguendoci su Google News! Seguici
POTREBBE INTERESSARTI