Quando piantare pomodorini datterini: ecco il periodo giusto

Per “pomodori” si fa naturalmente riferimento ad un compendio di vegetali altamente diversificato, vario ed assolutamente importante dal punto di vista nutrizionale ma anche come alimento in senso stretto oramai praticamente immancabile sulle tavole di gran parte del mondo. Formalmente è una “bacca” viene sviluppata da una pianta originaria del centro America che proprio negli ultimi secoli si è diffusa a “macchia d’olio” in praticamente tutto il mondo. Tra le varianti più apprezzate nel contesto mediterraneo spicca la variante datterino, che possono essere coltivati anche in proprio. Ma quando piantare i pomodori datterini?

Si tratta di una variante estremamente impiegata di tantissime ricette, ad esempio nelle insalate o in altre applicazioni squisitamente all’ambito generale dei condimenti.

E come ogni forma di pomodoro mantiene un enorme impatto culturale, anche se necessita di un terreno e di un periodo di coltivazione specifico.

Il periodo migliore per piantare i pomodori datterini: ecco quando è il momento giusto

Quando piantare pomodorini datterini

Non è una “specie a se” ma come ogni altro pomodoro, è il risultato di un groppo di varianti di provenienza asiatica, che è molto adattiva: adattata al contesto italiano ed europeo infatti viene apprezzato per il sapore, ma anche perchè il datterino tende a conservarsi in maniera più semplice ed effettivamente importante di numerose altre varianti.

Può essere anche coltivato in vaso senza troppi problemi a patto di scegliere il periodo giusto:  è una pianta adattiva ma è la primavera il periodo giusto per piantarlo avendo anche una discreta cura nel curare il terreno, che deve essere dotato di un ph medio di circa 6, e dovrebbe essere concimato con un fertilizzante naturale o anche con del letame animale alcune settimane prima dell’immissione della piantina o della semina. Il modo migliore per coltivare il datterino è acquistare una piantina già parzialmente cresciuta, e la coltivazione può essere avviata anche in febbraio se in semenzario altrimenti come detto il miglior periodo è con l’inizio della primavera.

E’ una pianta che teme molto le gelate ed ha bisogno di un terreno potenzialmente protetto tramite pacciamatura, la migliore è con foglie o arbusti secchi.

Come altre forme di pomodoro è una pianta annuale ma che se sufficientemente concepita e cresciuta può crescere praticamente senza sosta e questa condizione spesso crea problemi di spazio: una volta sviluppatasi necessità di un supporto per non cadere e di potature abbastanza frequenti soprattutto nei rami esterni che non sviluppano frutti.

Iscriviti a Google News Rimani aggiornato seguendoci su Google News! Seguici
POTREBBE INTERESSARTI