Addio Canone Rai? Ecco cosa succederà dal 2025: “Pazzesco”

La tassa televisiva quasi immediatamente è stata interpretata come qualcosa di non così rilevante per la quasi totalità della popolazione italiana che ha adottato una generale forma di applicazione di questa imposta che però risulta essere oggi ancora molto importante, necessaria per una buona forma di entrata continua in termini economici. Per importo diretto il Canone Rai non è mai stato davvero un grosso problema in quanto una buona percentuale di persone sceglie di non pagarlo non per una questione economica quanto per lo più di concetto, non considerato come qualcosa di “giusto” da pagare in ogni ambito, anche quello spiccatamente legato alla normalità quotidiana, ed è qualcosa che si ripeterà anche in futuro, in quanto sono vari i rumors che considerano questo ambito, ed un Addio al canone Rai è da mettere in conto.

Non è ancora stato ufficialemente deciso nulla ma i rumors parlano di una nuova applicazione ad un contesto diverso.

Già nel 2024 è stato modificato un ambito importante legato alla tassa televisiva, e quasi certamente non sarà l’ultimo.

Sarà addio al canone Rai? Ecco la proposta per il prossimo anno

Addio Canone Rai

Il Canone Rai è cambiato concettualmente poco nel corso dei decenni anche quando il contesto è cambiato eccome: infatti si tratta di una generale applicazione di un contesto di imposta unita all’idea del possesso di un apparecchio televisivo, sotto forma di tariffa fissa, inizialmente “migrata” da una imposta simile, ma applicata per le radio addirittura durante gli anni 30.

Con la diffusione della TV arrivata  con gli anni 50 e 60, questa forma di imposta è stata adottata in modo simile e con la diffusione della TV a colori è stata addirittura portata in una doppia versione, una per i possessori di Tv bianco e nero ed una per quelle a colori.

Questa è tornata ad essere unica con gli anni 80 ed è rimasta legata ad un pagamento annuale fino ad oggi, fino al 2016 quando è stata integrata alla bolletta della Luce. Questo sistema è stato indubbiamente di aiuto per lo stato ma continua ad essere ostracizzato, tant’è che nel 2024 l’importo annuo è stato portato da 90 a 70 euro, però nel 2025 questo potrebbe essere concretamente ulteriormente ridotto oppure definitivamente dismesso portando quindi all’abbandono del Canone Rai come pagamento conosciuto in questo modo in favore di una vera e propria forma di associazione ad altre imposte, ad esempio con il Modello F24.

Si tratta di ipotesi però già caldeggiate nel corso del 2023 e quindi oggi riproposte.

Iscriviti a Google News Rimani aggiornato seguendoci su Google News! Seguici
POTREBBE INTERESSARTI