Connect with us

Enogastronomia

Concorso gastronomico in Puglia, coinvolti dieci istituti della regione

I Tartufi in Puglia e la Gastronomia Marinara è il nome del concorso gastronomico che si terrà in Puglia

Published

on

concorso gastronomico

Saranno dieci gli istituti della regione Puglia che verranno coinvolti nel concorso gastronomico intitolato I Tartufi in Puglia e la Gastronomia Marinara. Il concorso a carattere regionale è rivolto agli allievi che frequentano l’ultimo anno di corso degli Istituti alberghieri pugliesi ed è stato organizzato dall’Istituto Professionale Domenico Modugno di Polignano. L’idea del concorso è stata del deputato Giuseppe L’Abbate, sottosegretario di Stato al Ministero delle Politiche Agricole, e del direttore artistico dell’Accademia del Tartufo nel mondo Giuseppe Cristini. I giovani, che saranno i cuochi del futuro, si sfideranno nel valorizzare le eccellenze enogastronomiche pugliesi in maniera originale e creativa.

Un concorso gastronomico per i cuochi del futuro

Il concorso gastronomico si propone di stimolare gli studenti nel ricercare abbinamenti originali utilizzando le preziose risorse del mare, per ottenere elaborati gastronomici riguardante la tematica “pesce & tartufo” e portare delle novità nell’offerta gastronomica del territorio. Dopo la tavola rotonda sulla “Narrazione del tartufo in guanti bianchi e il suo cerimoniale” e “Il progetto tartuficoltura come investimento in agricoltura”, i protagonisti delizieranno le due giurie con le loro preparazioni originali. Della “giuria tecnica” fanno parte lo chef Angelo Sabatelli, che è il Presidente, Giuseppe D’Elia, Presidente Amira Puglia, Vito Sante Cecere, di AIS Puglia, Paola Terenziano (Direttrice Marketing Urbani Tartufi) e Salvatore Turtutto (FIC Puglia).

Progetto per innovare la cucina pugliese

Il presidente della “giuria di degustazione” è l’On. Giuseppe L’Abbate, a cui si affiancherà Giuseppe Silipo, il Direttore Generale USR Puglia, Vincenzo Magistà, Direttore TgNorba24, e altri protagonisti di eccellenza. Il deputato Giuseppe L’Abbate, esponente M5S in commissione Agricoltura alla Camera, ha ringraziato la dirigente scolastica Margherita Manghisi e lo staff dell’Istituto Domenico Modugno, ma anche il direttore Cristini per questo importante progetto che è un modo straordinario per innovare la cucina pugliese, portando a valorizzare il tartufo. Infatti, anche la Puglia può diventare terra di tartufi da valorizzare abbinandoli sapientemente alle altre materie prime caratteristiche della gastronomia del territorio.

Sicula Doc anche se nata a Berlino, blogger affermata, estremamente curiosa, appassionata sin da ragazzina di scrittura e tecnologia, praticamente il suo pane quotidiano. Equilibrio sopra ogni cosa, senza pregiudizi e non teme i giudizi altrui, in grado di portare a termine importanti affari.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Enogastronomia

I prodotti tipici pugliesi conquistano gli inglesi

Lo chef Alessandro Grano ha usato i prodotti tipici pugliesi per creare autentiche prelibatezze

Published

on

prodotti tipici pugliesi

Il primo evento internazionale, curato e organizzato con la collaborazione della  Comunità Slow Food per valorizzare la ceramica  grottagliese, è stato un vero successo all’insegna del gusto.  L’evento  si è svolto lunedì 6 dicembre a Londra, presso La Fromagerie, e hanno preso parte alla cena 50 ospiti tra italiani, inglesi e giapponesi. Era presente anche Shane Holland, il rappresentante di Slow Food Uk. In occasione di questo evento lo chef Alessandro Grano ha utilizzato i prodotti tipici pugliesi per dare vita a prelibatezze uniche, servendole in piatti di ceramica di Grottaglie, città famosa appunto per le sue splendide ceramiche.

Gli inglesi conquistati dai prodotti tipici pugliesi

Lo chef Grano e la proprietaria del ristorante Patricia Michelson hanno introdotto la serata parlando della ceramica d’uso grottagliese e ne hanno valorizzato le proprietà nella cottura. La Comunità ha come obiettivo quello di valorizzare la ceramica grottagliese, la cui storia di artigianato è molto importante per il Made in Italy. Il progetto nasce dal desiderio di promuovere a livello internazionale la tradizione dell’arte ceramica. Il movimento Slow Food si propone di promuovere incontri tra tradizioni, produzioni locali diversificate, linguaggi e tutto ciò che può potenziare le eccellenze del territorio. In seguito all’evento di Londra ci saranno altre iniziative e progetti che vedranno coinvolti i maestri ceramisti e i produttori dei vari settori del mondo enogastronomico.

Fondamentali nella cultura italiana sono la buona cucina e l’artigianato

Franco Peluso, Portavoce della Comunità Slow Food per la valorizzazione della ceramica d’uso grottagliese, ha detto che l’evento a Londra è stato importante perché ha consentito di mettere in mostra, grazie alla bravura dello chef Grano, la qualità dei prodotti tipici pugliesi, sia riguardo a quelli enogastronomici che a quelli di ceramica. Elemento essenziale della cultura italiana sono la buona cucina, la cura per la qualità degli ingredienti e l’artigianato. Nel corso dell’evento ad ogni ospite è stata consegnata una nota descrittiva del progetto per spiegare meglio il valore dell’iniziativa e recepirne il messaggio.

Continue Reading

Trending