Conosci il valore dei 2 euro dedicati all’Astronomia? Ecco quali sono – FOTO

Le monete commemorative spesso sono identificate nella loro struttura comune come qualcosa di diverso esteticamente ma non per forza nel valore economico, può essere preso ad esempio l’ambito delle sterline d’oro che però è diverso in quanto rispetto a quelle “normali” sono realizzate in quantità limitate ed in una lega d’oro molto ricca, mentre per quelle dell’Eurozona ossia tutti i continenti che fanno ricorso all’euro, la situazione è diversa, essendo le commemorative realizzate sulla base di quelle da 2 euro e quindi utilizzabili in modo identico a qualsiasi altre. Eppure esistono varianti che pur mantenendo il valore facciale da 2 euro come quelli dedicati all’Astronomia, decisamente recenti ma già molto più rari della maggior parte.

Ciò che  rende una moneta interessante non è per forza il numero di esemplari anche se questo contribuisce a questo fattore.

Essendo commemorative queste monete sono diverse nell’aspetto almeno su uno dei due lati. Ma quanto valgono?

2 euro dedicati all’Astronomia: cerca questo esemplare, ecco quanto puoi guadagnare

2 euro astronomia
2 euro astronomia

Si tratta di un’emissione realizzata in Italia, ma per il mercato della città del Vaticano, erede dello Stato della Chiesa durante gli anni 20, e considerato il più piccolo stato del mondo formalmente indipendente seppur “legato” all’Italia, che batte la propria versione dell’euro pur non risultando parte dell’Eurozona.

Come tutti i paesi che ne fanno parte però ha il diritto di sviluppare le proprie monete commemorative, come questa, emessa in una occasione particolare.

La variante datata 2009 coniata dalla Zecca di Roma è stata coniata in onore dell’anno internazionale dell’astronomia, e presenta una raffigurazione su una delle “facce” sono presenti dettagli legati all’Astronomia come la “Creazione degli Astri” di Michelangelo, ma anche il telescopio di Galileo,  una meridiana e poi un telescopio moderno, con tanto di scritta “Anno internazionale dell’astronomia” ed in alto la scritta Città del Vaticano.

L’altro lato è identico a qualsiasi emissione da 2 euro, corrispondente alla raffigurazione degli Stati membri già “uniti” rispetto alla prima versione

Quanto vale? E’ una moneta da collezione, non emessa in pochissimi esemplari ma data la ridotta estensione del Vaticano è comunque mediamente rara, per questo un esemplare tenuto in eccellente stato di conservazione può comunque far guadagnare tra i 30 ed i 60 euro, come valutazione massima. Un esemplare usato quindi impiegato naturalmente non potrà però valere più di 5-10 euro.

Esemplari tenuti in una sorta di confezione originale specificamente concepita per i collezionisti può valere anche fino a 120 euro.

2 euro astronomia

Iscriviti a Google News Rimani aggiornato seguendoci su Google News! Seguici
POTREBBE INTERESSARTI